Home > Coronavirus > Coronavirus - Ingresso in Italia da Paesi Esteri

Coronavirus - Ingresso in Italia da Paesi Esteri

Spostamenti da e per l'estero - indicazioni aggiornate al 3 maggio 2021

Per spostamenti da e per l'estero è necessaio informarsi presso il Ministero degli Esteri. Visita la pagina dedicata del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

I Punti Tampone della Ulss 6 non eseguono tamponi per entrare nei Paesi dove sono richiesti.
I risultati dei tamponi molecolari sono reperibili nel Fascicolo Sanitario Elettronico e inviati a domicilio.

Dal 19 aprile, obbligo di sottoporsi a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia e il cui risultato sia negativo per coloro che provengono da o hanno soggiornato/transitato, nei 14 giorni precedenti, in uno o più Stati o territori ricompresi negli elenchi C, D e E.

Queste disposizioni non si applicano a chi rientra nelle condizioni indicate in Quando non si applicano le misure/obblighi

Regole specifiche per chi ha transitato o soggiornato in uno o più Stati appartenenti al Gruppo C – validità per il periodo 31 marzo- 30 aprile
L'ingresso e il transito in Italia, per le persone che nei 14 giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in uno o più Stati e territori di cui all’elenco C dell’Allegato 20, è consentito secondo la seguente disciplina:   
  • è obbligatorio effettuare  un tampone antigenico o molecolare negativo da effettuare 48 ore  prima dell’ingresso in Italia;
  • è obbligatorio comunicare l’ingresso al Dipartimento di Prevenzione. Compila il form del Dipartimento di Prevenzione per il Rientro dall'Estero
  • è obbligatorio sottoporsi, indipendentemente dall’esito del tampone effettuato nelle 48 h antecedenti all’ingresso in Italia,  alla sorveglianza sanitaria e a un periodo di 5 giorni di quarantena presso l’abitazione o la dimora
  • è obbligatorio effettuare un tampone molecolare o antigenico  al termine dei 5 giorni di  quarantena.
Queste disposizioni non si applicano a chi rientra nelle condizioni indicate in Quando non si applicano le misure/obblighi

Regole specifiche per chi proviene dall’INDIA - BANGLADESH - SRI LANKA
Sono vietati l’ingresso e il transito in Italia alle persone che nei 14 giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato  in India. L'ingresso è consentito solo per le persone che non manifestino sintomi da COVID-19 che hanno la residenza in Italia da data anteriore il 25 Aprile o per assoluta necessità;  per queste persone:
  • è obbligatorio effettuare un tampone antigenico o molecolare negativo da effettuare 72 ore prima dell’ingresso in Italia
  • è obbligatorio sottoporsi a tampone molecolare o antigenico al momento dell’arrivo in aeroporto, porto, luogo di confine o entro 48 ore dall’ingresso presso uno dei Punti Tampone della AULSS
  • è obbligatorio comunicare l’ingresso al Dipartimento di Prevenzione. Compila il form del Dipartimento di Prevenzione per il Rientro dall'Estero
  • è obbligatoria  la sorveglianza sanitaria e l’isolamento  fiduciario per 10 giorni, anche se il tampone di ingresso è negativo
  • è obbligatorio effettuare un tampone molecolare o antigenico  al termine dei 10 giorni di  quarantena
  • sono previste eccezioni solo per l’equipaggio e  il personale viaggiante dei mezzi di trasporto di persone e merci che hanno l’obbligo di sottoporsi a tampone al momento dell’arrivo in aeroporto, porto, luogo di confine o entro 48 ore dall’ingresso presso uno dei Punti Tampone della AULSS; non hanno l’obbligo di isolamento e sorveglianza.

Regole specifiche per chi proviene dal BRASILE
Sono vietati l’ingresso e il transito in Italia alle persone che nei 14 giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato  in Brasile.
L'ingresso è consentito solo per le persone che non manifestino sintomi da COVID-19 che hanno la residenza in Italia da data anteriore il 13 febbraio o per assoluta necessità; per queste persone:
  • è obbligatorio un tampone antigenico o molecolare negativo da effettuare entro 48 ore prima dell’ingresso in Italia
  • è obbligatorio sottoporsi a tampone molecolare o antigenico al momento dell’arrivo in aereoporto, porto, luogo di confine o entro 48 ore dall’ingresso presso uno dei Punti Tampone della AULSS
  • è obbligatorio comunicare l’ingresso al Dipartimento di Prevenzione. Compila il form del Dipartimento di Prevenzione per il Rientro dall'Estero
  • è obbligatoria  la sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario per 10 giorni, anche se il tampone di ingresso è negativo
  • è obbligatorio effettuare un tampone molecolare o antigenico al termine dei 10 giorni di quarantena
  • sono previste eccezioni solo per l’equipaggio e  il personale viaggiante dei mezzi di trasporto di persone e merci, hanno l’obbligo di sottoporsi a tampone al momento dell’arrivo in aereoporto, porto, luogo di confine o entro 48 ore  dall’ingresso presso uno dei Punti Tampone della AULSS; non hanno l’obbligo di isolamento e sorveglianza.
Cessano le limitazioni specifiche previste per il Tirolo

Transito in uno dei seguenti Paesi nei 14 giorni precedenti l'ingresso in Italia
Tabella riassuntiva degli adempimenti per gli spostamenti da e per l'Estero
 
Elenco Paesi Misure/Obblighi
A Repubblica di San Marino
Stato della Città del Vaticano
Nessuna limitazione
B Nessuno Stato Nessuna limitazione
C Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca  (incluse  isole  Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa,  Martinica,  Guyana,  Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo),     Germania,  Grecia,  Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori  situati  al  di  fuori  del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco, Austria, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Israele Ingresso consentito per qualsiasi motivo

Obbligo di comunicazione rientro al Dipartimento di Prevenzione - Compila il form del Dipartimento di Prevenzione per il Rientro dall'Estero


Obbligo di tampone molecolare o antigenico  da eseguire 48 ore antecedenti all’ingresso e risultato negativo.

Obbligo di sottoporsi a sorveglianza sanitaria e a un periodo di 5 giorni di quarantena presso l'abitazione o dimora.

Obbligo di effettuare un tampone molecolare o antigenico al termine dei 5 giorni di quarantena.

Sono consentite le eccezioni per l’esecuzione del tampone entro 48 ore prima dell’ingresso in Italia, a  condizione che non  insorgano sintomi compatibili con COVID-19: Vedi Quando non si applicano le misure/obblighi
D Australia,  Giappone,  Nuova  Zelanda,  Repubblica di Corea, Ruanda, Singapore, Tailandia Ingresso consentito per qualsiasi  motivo.  

Obbligo di comunicazione rientro al Dipartimento di Prevenzione - Compila il form del Dipartimento di Prevenzione per il Rientro dall'Estero

Obbligo di isolamento per 10 giorni. Obbligo di sottoporsi all'esecuzione di tampone antigenico o molecolare al termine del periodo di quarantena.

Sono  consentite le eccezioni all’isolamento, a condizione che non Insorgano sintomi compatibili con COVID-19: Vedi Quando non si applicano le misure/obblighi  
E Tutti gli Stati e territori non espressamente indicati in altro elenco.
 
Ingresso vietato; è consentito solo per motivi di lavoro, salute, studio, assoluta urgenza, rientro presso il proprio domicilio, relazione affettiva comprovata e stabile con cittadini europei, con obbligo di isolamento per 10 giorni.

Obbligo di comunicazione rientro al Dipartimento di Prevenzione - Compila il form del Dipartimento di Prevenzione per il Rientro dall'Estero

Obbligo di isolamento per 10 giorni.  Obbligo di sottoporsi all'esecuzione di tampone antigenico o molecolare al termine del periodo di quarantena.

Sono  consentite le eccezioni all’isolamento, a  condizione che non  Insorgano sintomi compatibili con COVID-19: Vedi Quando non si applicano le misure/obblighi
 
A condizione che non insorgano sintomi di Covid-19 e che non ci siano stati soggiorni o transiti nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord o in Brasile nei 14 giorni precedenti il tentativo di ingresso in Italia, gli obblighi di isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria o di effettuare il tampone non si applicano:
  • all'equipaggio dei mezzi di trasporto
  • al personale viaggiante
  • agli ingressi per motivi di lavoro regolati da speciali protocolli di sicurezza, approvati dalla competente autorità sanitaria, inclusa la partecipazione a manifestazioni sportive di  livello  internazionale, previa autorizzazione del Ministero della salute  e  con obbligo di presentare al vettore all'atto dell'imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli  un'attestazione  di  essersi  sottoposti, nelle quarantotto  ore  antecedenti   all'ingresso   nel   territorio nazionale, a un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo
  • agli ingressi per ragioni non differibili
  • a chiunque fa ingresso in Italia per un periodo non superiore alle 120 ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario
  • a chiunque transita, con mezzo privato, nel territorio italiano per un periodo non superiore a 36 ore, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario
  • ai cittadini e ai residenti degli Stati e territori di cui agli elenchi A, B, C e D che fanno ingresso in Italia per comprovati motivi di lavoro (in caso di soggiorno in Paesi dell'elenco C, il tampone deve essere comunque effettuato)
  • al personale sanitario in ingresso in Italia per l'esercizio di qualifiche professionali sanitarie, incluso l'esercizio temporaneo di cui all'art. 13 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18
  • ai lavoratori transfrontalieri in ingresso e in uscita dal territorio nazionale per comprovati motivi di lavoro e per il conseguente rientro nella propria residenza, abitazione o dimora
  • al personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all'estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a 120 ore
  • ai funzionari e agli agenti, comunque denominati, dell'Unione europea o di organizzazioni internazionali, agli agenti diplomatici, al personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, ai funzionari e agli impiegati consolari, al personale militare e delle forze di polizia, nell'esercizio delle loro funzioni
  • agli alunni e agli studenti per la frequenza di un corso di studi in uno Stato diverso da quello di residenza, abitazione o dimora, nel quale ritornano ogni giorno o almeno una volta la settimana
  • agli ingressi mediante voli “Covid-tested”, conformemente all’ordinanza del Ministro della salute 23 novembre 2020 e successive modificazioni e integrazioni
  • agli ingressi di atleti, tecnici, giudici, commissari di gara e accompagnatori per la partecipazione a competizioni sportive di livello agonistico - riconosciute di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) – i quali, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, si sono sottoposti ad un test molecolare o antigenico, effettuato a mezzo di tampone e risultato negativo.
Fermi restando gli obblighi di isolamento previsti dall'attuale normativa, è raccomandato il TAMPONE RAPIDO per i soggetti appartenenti alle categorie sotto elencate (DGR n.1422 del 21/10/2020) all’arrivo e a distanza di 5-7 giorni.
Si evidenzia che non sono considerati a questo scopo Stati Esteri: la Repubblica di San Marino e lo stato Città del Vaticano.
  • Operatori (es. Badanti) che prestano assistenza domiciliare continuativa (es. anziani, soggetti affetti da disabilità, persone parzialmente o completamente non autosufficienti) e che hanno transitato o soggiornato (o che comunque si siano recati) all’estero, nei 14 giorni precedenti, indipendentemente dalla durata e dalla motivazione del soggiorno all’estero. Vedi dove effettuare il tampone
  • Operatori a diretto contatto con gli ospiti di strutture residenziali extra ospedaliere per anziani e/o non autosufficienti: che hanno transitato o soggiornato (o che comunque si siano recati) all’estero, nei 14 giorni precedenti, indipendentemente dalla durata e dalla motivazione del soggiorno all’estero. L’accertamento può essere richiesto alla struttura dove prestano servizio
  • Operatori sanitari impiegati presso strutture del servizio sanitario regionale che prestano servizio presso strutture ospedaliere ed extra ospedaliere (Hospice, Ospedale di comunità, URT) che hanno transitato o soggiornato (o che comunque si siano recati) all’estero, nei 14 giorni precedenti, indipendentemente dalla durata e dalla motivazione del soggiorno all’estero. L’accertamento può essere richiesto alla struttura dove prestano servizio.
  • Lavoratori che rientrano da trasferte di lavoro all’estero di durata inferiore a 120 ore e che sono esonerati dall’obbligo di quarantena ai sensi della normativa vigente.
 

Riferimenti normativi: Per informazioni è attivo il numero verde aziendale  800 032 973 attivo da lunedì a venerdì 8.30 - 13.30 e 14.30 - 17.00, sabato 8.30 - 13.00
Ultimo aggiornamento: 04/05/2021